Antropologia,  Covid,  Gesti quotidiani

Al-Shamahi, Stringersi la mano. Storia breve di un gesto insostituibile

Una delle vittime del covid è la stretta di mano che da gesto dal significato positivo si è trasformato in arma biologica.
Ella Al-Shamahi è biologa e paleonantropologa, coniuga scienza e divulgazione, musulmana laica.
Con Solferino pubblica questo testo davvero interessante dove ci racconta la biografia dello stringersi la mano nel passato e la sua evoluzione.
Dopo aver attinto a una moltitudine di documentazioni – scrive l’Autrice nell’introduzione – sono arrivata alla conclusione che la stretta di mano non sia soltanto un fatto culturale, ma biologico insito nel nostro DNA. I nostri antenati più diretti, gli scimpazé, si stringevano abitualmente la mano, come stretta più che altro delle dita. Stringersi la mano non è solo un gesto del salutarsi, ma ha con sé significati storici e geografici“.
Il testo è strutturato in 7 capitoli:
1. Storia delle origini: da dove viene la stretta di mano?
2. Simbolismo: che cosa significa stringersi la mano?
3. Schioccare le dita: strette di mano, saluti e culture.
4. Guida passo per passo alla stretta di mano.
5. La mano del destino: le migliori strette di mano nella storia.
6. La mano della sventura: le peggiori strette di mano nella storia.
7. Declino: è la fine della stretta di mano?
La storia insegna – evidenzia l’Autrice – che torneremo a pensarla diversamente – ovvero a stringerci la mano – non appena ci sembrerà sicuro farlo. Dalla peste nera all’influenza spagnola la stretta di mano è stata bandita, abbandonata e lasciata in quarantena molte volte. E ogni volta è ritornata in auge. Un contatto fisico ci unisce con una profondità che la distanza non può colmare. La stretta di mano simbolizza nel tempo e nello spazio tanti elementi positivi: accordo, affetto, accoglienza“.

Ella Al-ShamahiStringersi la mano. Storia breve di un gesto insostituibile, Milano, Solferino, 2021, p. 197, € 15,00.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.