Digitale,  Diritto & Giustizia,  Società

Rodotà, Tecnologie e diritti. 2a edizione

Le trasformazioni tecnologiche hanno cambiato il quadro dei diritti civili.
Il noto prof. Stefano Rodotà è morto nel 2017. Egli è stato professore emerito di Diritto civile all’Università La Sapienza di Roma, più volte deputato nel Parlamento italiano, parlamentare europeo, è stato il primo Presidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali. È tra gli autori della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea ed è stato membro del Gruppo europeo per l’etica delle scienze e delle nuove tecnologie presso la Commissione europea.
Ora, alcuni suoi colleghi docenti di Diritto come Guido Alpa, Rosaria Marella, Giovanni Marini, Giorgio Resta, hanno curato questo volume che rappresenta, dopo la 1a edizione nel 1995, uno dei libri postumi più importanti dell’intera produzione scientifica di Stefano Rodotà.

Quando uscì nel 1995 la 1a edizione di ‘Tecnologie e diritti’ – scrivono i Curatori nella Prefazione – suscitò un notevole interesse, ma destò un certo scalpore nella cerchia ristretta dei giuristi. Vi fu anche chi, tra i colleghi romani di Rodotà, espresse apertamente il proprio disappunto all’idea che il diritto civile potesse insegnarsi su un libro del genere, che parlava di bioetica, gestione del corpo e informazioni, tutte questioni allora considerate metagiuridiche. Se di questi temi oggi si discute – evidenziano giustamente i 4 Curatori – è anche grazie alle intuizioni e all’opera di rinnovamento intellettuale da sempre perseguita di Stefano Rodotà“.

Il volume è suddiviso in 2 parti e, a seguire, un’ampia Appendice molto utile:

PARTE PRIMA
I. La privacy tra individuo e collettività
II. Protezione dei dati e circolazione delle informazioni
III. Controllo e privacy della vita quotidiana
IV. Tecnopolitica

PARTE SECONDA
V. Diritto, scienza, tecnologia: modelli e scelte di regolamentazione
VI. Modelli culturali e orizzonti della bioetica
VII. Ipotesi sul corpo «giuridificato»
VIII. Costruzione del corpo
IX. Tra diritto e società. Informazioni genetiche e tecniche di tutela
X. Dall’umano al postumano

APPENDICE
I. Leggi e sentenze sulla privacy e sulla protezione dei dati personali
II. Leggi e sentenze sul biodiritto


Assieme alla casa editrice – sottolineano i Curatori – abbiamo quindi ritenuto utile predisporre una 2a edizione del testo, la quale lo aggiorni attraverso l’aggiunta di scritti più recenti. (…) Si è proceduto a un completo aggiornamento dei materiali normativi e giurisprudenziali riportati in appendice. (…) All’epoca – 1995 anno della 1a edizione – la rete di Internet era ancora in fase embrionale di sviluppo, Google non era stata ancora fondata, gli smartphone non avevano ancora conquistato il mercato. Ciononostante le riflessioni di Rodotà continuano a penetrare e a illuminare la realtà sottostante, a testimonianza della qualità di un pensiero che non cede mai al puro empirismo“.

Stefano RodotàTecnologie e diritti. 2a edizione, Bologna, Il Mulino, 2021, pp. 525, € 38,00.