Conoscere per capire,  Narrare la fede

Quinzio, Silenzio di Dio. È ancora possibile credere?

Nello scrivere questo libretto per sostenere oggi la proponibilità della fede cristiana, intendo rivolgermi a chi è consapevole del carattere drammaticamente problematico per l’uomo contemporaneo della domanda circa la fede. Così scrive Sergio Quinzio.
L’editore Il Saggiatore pubblica questo scritto di Sergio Quinzio morto nel 1996.
Il sacro che oggi attrae – scrive Quinzio – è di solito un sacro nostalgicamente rimpianto, spogliato dei suoi elementi tragici e cruenti che la sensibilità moderna ha respinto e continua a respingere, e rivestito di un’aura sentimentale.
Il sacro che esercita una così potente attrazione su Jung o su Heidegger, su Hesse o su Eliade, o su Simone Weil, come pure su tanti dei nostri giovani, è il sacro dell’Oriente, di mistica immersione nel cosmo divino, non il sacro storicamente incarnato dell’Occidente cristiano
“.
Il testo è strutturato in 9 capitoli:
1. Il ritorno del sacro
2. Quale fede?
3. Alcune ragioni per non credere
4. Alcune ragioni per credere
5. E allora?
6. Dio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe
7. Theologia crucis
8. Dal Pantocrator ad Auschwitz
9. Fede e disperazione
La risposta cristiana – evidenzia Quinzio – può darla solo la teologia della croce, che per sua natura non può essere una teologia di moda, e meno ancora una teologia con carattere di ufficialità istituzionale, lontana com’è dalle fatali propensioni trionfalistiche di qualunque istituzione. La teologia della croce anziché guardare al «già» realizzato, al presente in cui già si manifesterebbe la divina potenza redentrice, come fa la teologia della gloria, osa guardare anzitutto e soprattutto al «non ancora» realizzato, e cioè al permanere di una condizione umana sostanzialmente irredenta, non solo per l’infermità della nostra carne che continua a patire e a morire ma per il nostro trascinarci da duemila anni nella stessa incapacità di fare il bene che pure vorremmo, proprio come accadeva – secondo quanto dice la Lettera ai Romani – agli uomini non ancora redenti dal sacrificio di Gesù Cristo“.

Sergio QuinzioSilenzio di Dio. È ancora possibile credere?, Milano, Il Saggiatore, 2015, pp. 147, € 16,00.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.